Orologio del Castello

Quando la cocente calura del sole siciliano si attenua, quando i rumori della città si sopiscono, quando il fresco vento del mare sfiora indiscreto le strade roventi, quando i rintocchi del campanile superano la massima espressione, è allora che i silenzi del mio studio si riempiono del ticchettio della tastiera.
Le idee prendono forma elettronica, compaiono sullo schermo, si trasformano in righe di codice, in pensieri che viaggiano sulla rete per raggiungere amici lontani. E' questo il momento propizio per affrontare le sfide e per proporne di nuove.
Una serenità ed una pace surreali, lui ed io da soli in un eterno rapporto di amore-odio, una sfida fatta di studio, di ricerche e spesso anche di improvvisi e geniali colpi bassi. L'informatica che si sposa con l'elettronica e poi di nuovo con l'etere e poi ancora con la voglia di esternare le proprie esperienze, le proprie passioni.
E' in questo scenario, nelle ore più quiete e solitarie del fuso di Monte Mario, che nascono i miei progetti più belli...benvenuto su fusoorario.net

"Caro Maurizio, quando i turisti stranieri vengono a visitare il mio mulino ad acqua è una tragedia! Un paio di parole inglesi riesco a pronunciarle, gli spagnoli un paio di italiane le capiscono, ma quando si presentano tedeschi o francesi l'unico linguaggio comune è quello dei gesti. Non possiamo inventare qualcosa che illustri ogni singolo locale nella lingua del gruppo che lo visita?"
"Bella sfida! Caro Alessandro, dammi qualche notte insonne di tempo e qualcosa la inventiamo."

Semplicità, genuinità e linearità. Sono queste le linee guida di questo sito. Tutto il codice è realizzato senza l'ausilio di quegli strumenti che, se da un lato permettono creare siti web con pochi colpi di mouse, dall'altro ne riempiono le pagine di inutile codice. Su questo spazio web non troverete mai fronzoli luccicanti che vagano per lo schermo da inseguire col mouse, nè animazioni e immagini particolarmente elaborate e pesanti, croci di quei navigatori che viaggiano ancora a 56k o meno... Preferisco lavorare molto con i fogli di stile lasciando il più pulito e leggero possibile il codice HTML. Mi piace avere un occhio di riguardo per l'accessibilità dei siti: niente "barriere architettoniche"...almeno sul web! Un esempio lo trovate sul sito di un nuovo Bed and Breakfast di alcuni miei cari amici di Modica The Garden Modica oppure all'indirizzo http://www.gaetanomormina.it , il sito di un medico fisiatra agopuntore con la passione per la pietra. I siti sono perfettamente accessibili anche con browser testuali (o altri supporti per diversamente abili) e la grafica è completamente delegata ai fogli di stile. Tutte le pagine sono sviluppate con semplici editor di testo oppure con più evoluti editor HTML messi gratuitamente a disposizione dalle migliaia di sviluppatori sparsi per il mondo che gravitano attorno al mondo Linux. Linux, ebbene si! A qualcuno può sembrare un ambiente ostico e privo di ogni attrattiva, ma in quanto a stabilità, disponibilità di applicazioni e possibilità di modificare ogni cosa per adattarla alle proprie esigenze non ha rivali. Avete mai visto un 80486 DX2-66MHz con 32 MB di ram lavorare alla velocità di un Athlon 1700 a cui è connesso in rete?

Giovedì, 21 Marzo 2019

» S. Donnino martire «

Era il lontano ottobre 1985 quando, per la prima volta, indossavo il mio primo fazzolettone scout. Da allora le avventure, le notti in tenda, gli splendidi cieli di luoghi fantastici e sconosciuti non sono mai finiti. Un giorno del 1999 l'idea di creare un diario di bordo del mio gruppo scout e l'orgoglio di costruire le prime pagine con quel poco materiale che avevo in casa: due brevi racconti che nel 1993 avevo scritto a proposito della mia esperienza presso un campo profughi della ex Yugoslavia e sull'Eurofolk, un altro del 1994 sulla fantastica esperienza del Tre Foglie ed una fotografia. Da lì in poi piccoli passi di un sito che anno dopo anno si è arricchito delle esperienze, dei volti e dei racconti dei ragazzi del gruppo scout AGESCI Modica 1

Uno dei giocattoli preferiti da bambino, i miei walkie-talkie riportavano stampigliato l'alfabeto morse. A 14 anni scoprivo i CB e cominciavo a costruire le prime antenne filari per i 27 Mhz. Poi, nel 1993, l'esame per la patente speciale di radioamatore ed il mio primo nominativo IW9FUB. Cominciavo a sperimentare la costruzione di antenne verticali e direttive per le bande vhf e uhf; segando metri e metri di alluminio apprezzavo la semplicità costruttiva e la robustezza della J-POLE, antenna che a tutt'oggi mi permette di piazzare una postazione fissa praticamente ovunque senza alcun problema grazie anche al mio portatile bi-banda. Nel 2002 affrontavo con orgoglio l'esame di telegrafia e nel luglio 2003 ottenevo l'autorizzazione generale di classe A - al secolo patente ordinaria - ed il nominativo IT9XID. L'esordio in HF col mio nominativo avviene il 5 agosto del 2003 quando, in occasione del campo nazionale E/G di Vialfrè (To)- JN35VJ - approfittavo della disponibilità di Gianmaria (I3GJJ) e della sua stazione per collegare gli amici di Modica. Negli ultimi anni mi sono dedicato al Wireless; le latte dei pomodori pelati e dell'olio di semi sono diventate illuminatori per antenne paraboliche per coprire distanze sempre più ampie e scoprire...quanto sia insicuro il wireless! :D Dalla primavera del 2005 faccio parte del Consiglio Direttivo della sezione ARI di Ragusa per dare il mio contributo in campo informatico e wireless.

Google
Maurizio Pisana - Modica (RG)